Con Legambiente in difesa del Boschetto dell’Ancora

Stamattina sopralluogo congiunto di Legambiente del Tirreno e Italia Nostra al Boschetto dell’Ancora. Le due associazioni alla luce degli interventi effettuati al Tono nell’arenile del Boschetto dell’Ancora, visti i risultati visivi di grande impatto per il delicato ambiente del Boschetto dell’Ancora, hanno deciso di inviare una nota congiunta alle Autorit√† Regionali, Provinciali e Comunali.

Si rivolgeranno all’Assessorato Regionale al Territorio, alla Soprintendenza e Comune di Milazzo per una attenta valutazione dell’Autorizzazione rilasciata, che ritengono sia di grande impatto e lesiva per l’Oasi naturale, oasi risorta grazie all’impegno costante nel tempo e che raggiunge quest’anno il 25 anno della sua rinascita, grazie al lavoro e alle cure della cittadinanza intera.

Rischiamo di perdere una bellezza del litorale milazzese, unico nel suo genere e importante per l’intera Sicilia e forse del Mediterraneo per la ricchezza delle piante pioniere esistente nell’ambiente dunale e nella spiaggia sottostante, dove esiste ancora una vegetazione psammofila, una tipica formazione vegetale dei litorali sabbiosi (che proprio qui cresce comunemente e dove invece risulta scomparsa lungo ampi tratti di costa siciliana).

Sito costantemente osservato dall’Ortobotanico di Messina. Per queste emergenze naturali, di valore scientifico e paesaggistico, le Associazioni ritengono di intervenire nell’immediatezza per salvaguardare e vincolare un sito importante per la Sicilia intera.